News

We're back from ad:tech

20/11/2013

La trasferta alla fiera statunitense sul web marketing si è dimostrata una brillante esperienza, soprattutto per chi, come noi, deve essere costantemente à la page. Abbiamo partecipato a un evento unico, ci siamo sentiti parte di una grande community mondiale, in cui scambio e confronto di idee sono fondamentali.

Secondo Antonio, Cofondatore e Managing Director di Zenzero Comunicazione, la fiera è un osservatorio molto importante

«E' la seconda volta che partecipiamo e credo che contuinueremo a farlo. L'edizione di quest'anno mi ha colpito perchè si parlava molto di piattaforme per monitorare le azioni di digital marketing a discapito dei social che invece l'anno scorso erano molto presenti. Credo che anche per gli americani questo evento sia di forte tendenza.»

Tantissimi gli incontri che ci hanno entusiasmato sugli ultimi trend in materia digital marketing, sulle novità e-commerce, sulle nuove frontiere della social communication. Ad ad:tech abbiamo acquisito nuovi strumenti e tecniche necessari per poter competere in un mondo, come il nostro, in continua evoluzione.

Come ci dice Francesco, SEO Specialist di Zenzero Comunicazione,

«Una cosa che mi ha colpito è che le agenzie SEO nostre equivalenti utilizzano modalità operative molto simili alle nostre. Essendo il mercato Americano, a livello web, almeno 6 mesi più avanti rispetto a quello italiano, è stato un segnale positivo notare come le nostre strade stiano andando verso la stessa direzione

Per Federica, copywriter e International SEO

«L'ad:tech è stata un'esperienza quasi "frastornante" a dimostrazione della sempre crescente velocità con cui si muove il nostro settore. Gli spunti più interessanti per il mio lavoro riguardano soprattutto il mondo DEM. All'Ad:Tech abbiamo avuto modo di conoscere moltissimi tool sempre più all'avanguardia che consentono di rendere efficace la comunicazione via email

Azzurra, Social Media Strategist, molto colpita prima di tutto dall'importanza data al nostro ambiente negli States e dall’elevato numero di imprese che hanno sviluppato software per il nostro lavoro, sostiene che

«Per quanto riguarda i Social Network, ho notato un notevole divario tra la situazione italiana e quella statunitense: molte aziende, budget elevati, possibilità d'investire in tecnologie che facilitano il nostro lavoro. Una cosa che mi ha lasciata un po' delusa è il fatto che non ho visto grandi novità, rispetto allo scorso anno,per la gestione dei social.»

Che dire, se non che qui in Zenzero Comunicazione ci stiamo già preparando per l’edizione 2014 dell’ad:tech.
Indubbiamente un evento imprescindibile, a cui i professionisti del digital marketing non possono mancare!